ALOE E NUTRACEUTICI

  • Tra le innumerevoli piante, veri doni della natura, da milioni di anni ne spicca una in particolare: l’Aloe Vera Barbadensis Miller, la regina delle piante officinali.
  • Questa Liliacea presenta delle caratteristiche uniche ed irripetibili per i suoi contenuti (più di 200 elementi utili all’uomo, dei quali una settantina ritenuti primari), per la sua azione adattogena (interagisce direttamente con la problematica presentata dal corpo umano) e anche per l’azione sinergica dei suoi elementi.
  • Si usa infatti ripetere che l’Aloe Vera è un fitocomplesso e che la sua caratteristica e forza di rimedio fitoterapico sta soprattutto nella azione sinergica, “di squadra”, delle diverse molecole in esso presenti.
  • Un elemento interno tra tutti è sicuramente l’Acemannano, il quale è implicato in numerosissimi studi scientifici che documentano la straordinaria e leggendaria efficacia di questo gel.
  • Se poi ci rivolgiamo ad una azienda leader mondiale che ha fatto di questo gel oggetto di studio, sperimentazione e soprattutto cura dei particolari, dalla coltivazione al confezionamento, otteniamo dei prodotti di qualità unica, di effetti straordinari, di purezza ineguagliabile.
  • Lo stesso dottor Barbon ha personalmente visitato le coltivazioni di questa grande azienda, situate nell’emisfero sud della terra (il meno inquinato), le fasi di raccolta e di immediata lavorazione delle foglie e l’uso di metodologie e prodotti il più che possibile
  • Fiori all’occhiello di questo speciale metodo di lavorazione sono da una parte la specifica metodologia di eliminazione delle aloine, (specifici antrachinoni tossici presenti in alcune parti della foglia) e dall’altra i brevetti (unici al mondo) acquisiti per far si che il succo di gel di aloe che arrivi nei frigoriferi del mondo sia il più puro e conforme possibile al gel appena estratto dalla pianta.
  • Tra le azioni specifiche maggiormente documentate a livello di studi scientifici si ricorda quella antibatterica, quella antivirale e quella antimicotica. Di ragguardevole importanza è anche la capacità lenitiva, sbalorditiva quella antiinfiammatoria e leggendaria quella cicatrizzante.
  • Se parliamo di contenuti, innumerevoli sono i minerali, le vitamine (compresa la tanto utile vitamina b12), gli enzimi ed i coenzimi. A conferma dell’azione sulla performance energetica si ricorda anche che nell’aloe sono contenuti 20 aminoacidi (la quasi totalità) tra i quali ben 8 essenziali.
  • Nella composizione di specifici programmi coadiuvanti le terapie, rientrano molti altri nutraceutici, che contengono famosissime sostanze attive, tra cui l’arginina, l’acido ialuronico, il ginkgo biloba, il mangostano, il guaranà, la propolis, il coenzimaq10, il lycium, la garcinia, l’opunzia e i probiotici.
  • Tutti questi specifiche sostanze, ben combinate o assemblate vanno a costituire dei percorsi coadiuvanti, detti più propriamente programmi coadiuvanti , consigliabili da parte di consulenti adeguatamente preparati e formati, a supporto di persone che desiderino effettuare una prevenzione oppure accompagnare e sostenere cure mediche già in atto.
  • L’alto valore benefico del nutraceutico e la sua perfetta aderenza con i principi della naturalezza, fanno si che, abbinato a programmi di stili di vita corretti, possano dare dei risultati in termini detossinanti e in termini energetici stupefacenti.
  • Aiutando tutte le persone a raggiungere benessere e salute con l’uso dell’aloe e dei nutraceutici, tutti gli operatori del benessere avranno l’opportunità di raggiungere, oltre al benessere della salute anche quello professionalmente gratificante e remunerativo.